Nota federale del 27 ottobre

A integrazione della nota federale diramata ieri riguardante la pallavolo, la Federazione Italiana Pallavolo comunica che, sempre in osservanza del DPCM del 24 ottobre, resta confermata la possibilità di svolgimento delle attività di beach volley e sitting volley, limitatamente ad eventi, competizioni e allenamenti di interesse nazionale, o meglio:

-Campionato Italiano di beach volley
-Campionato Italiano per società di beach volley
-Tornei Serie Beach 1
-Tornei Serie Beach 2
-Campionati di categoria beach volley Under 16, Under 18 e Under 20
-Campionato Italiano di sitting volley
-Supercoppa Italiana di sitting volley
-Coppa Italia di sitting volley

L’attività sui campi coperti è consentita solo per lo svolgimento delle competizioni di interesse nazionale e per l’allenamento degli atleti agonisti abilitati a partecipare a tali competizioni. Resta comunque confermata la possibilità di svolgere ogni forma di allenamento di beach volley e sitting volley che, non rientrando nella categoria degli sport di contatto, possono continuare in centri e circoli sportivi all’aperto previo rispetto dei protocolli federali. La Federazione Italiana Pallavolo, confidando nel senso di responsabilità dei propri tesserati e degli addetti ai lavori, tiene a ribadire, ancora una volta, che resta di fondamentale importanza l’adottare comportamenti di buon senso sempre nel rispetto delle prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da Covid-19; così come è di primaria importanza la tutela dei rappresentati legali delle società.

 


Nota Federale del 27 ottobre: aggiornamento FAQ all’ultimo DPCM   

La Federazione Italiana Pallavolo rende noto che è stato pubblicato un importante aggiornamento tra le FAQ (domande utili) presenti sul sito internet del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e segnalate nella nota federale diramata ieri. In particolar modo si fa riferimento alla FAQ numero 17 di seguito riportata integralmente:

17. Le palestre scolastiche possono continuare la loro attività?

Le attività curriculare svolta in orario scolastico nelle palestre scolastiche viene regolamentata dal Ministero dell’Istruzione.

Le attività organizzate da ASD/SSD in orario extrascolastico nelle palestre scolastiche sono assimilate invece a quelle realizzate in qualunque altra palestra e rientrano, pertanto, nella disposizione di sospensione di cui alla lettera f del comma 9 art.1 dpcm 24 ottobre 2020.


Le palestre scolastiche potranno ospitare, a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, le sessioni di allenamento e le competizioni degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, specificati all’art. 1, comma 9, lettera e).


Inoltre, le palestre scolastiche potranno mettere a disposizione eventuali spazi attrezzati all’aperto per le attività che il DPCM consente di svolgere all’aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento e senza alcun assembramento.  

Il DPCM

 

NOTIZIE RECENTI